Calici di vino e salumi del territorio: le Riserve Ultimo in degustazione a Tinto Bar

Tutte le immagini della degustazione delle nostre Riserve Ultimo” 2013 e 2014 a Tinto bar ad Arezzo, durante la prima domenica di Fiera del Mestolo, il tradizionale appuntamento settembrino nel centro città. 

 

Che cos’era la Fiera del Mestolo?

Oggi trasformata radicalmente a causa del mutare del tempo, la Fiera del Mestolo conserva ancora un posto di rilievo nel cuore degli aretini. Attrezzi e biancheria per la casa, paioli, vasellame, tini per la vendemmia, pale per i forni, tovaglie e minutaglie per le faccende erano i protagonisti dei banchi di quello che era l’appuntamento aretino che convogliava ambulanti e visitatori da tutti i paesi vicini per far rifornimento di attrezzi e cambiare i corredi di casa prima dell’inizio dell’autunno. Non poteva mancare il bestiame: polli, conigli, volatili ed altri animali da cortile nella tradizione più autentica delle fiere toscane.

Per le giovani fanciulle invece la Fiera assumeva tutt’altro significato: con le madri avrebbero arricchito il proprio futuro corredo matrimoniale fatto di lenzuola, tovaglie, pentole e vettovaglie per casa ma soprattutto avrebbero avuto una occasione per incontrare ragazzi diversi da quelli che di solito incrociavano in paese o nel proprio quartiere.

I giovanotti dal canto loro avevano l’abitudine scherzosa di “corteggiare”, a suon di mestolate, le fanciulle che passavano per le vie (forse anche da qui questo nome così caratteristico). Individuata la propria “vittima” era proprio una bella mestolata sul sedere il modo per comunicarle il proprio interesse: il detto “Sedere mestolato, entro l’anno accasato” rende bene l’idea di quello che rappresentava la fiera per gli aretini.

 

Ultimo Riserva ed i salumi del territorio, in una giornata con un menu speciale per Tinto bar!

Il gusto deciso e senza mezze misure del Salame toscano, la raffinata speziatura della Finocchiona IGP, il brio delle Olive che fanno subito Aperitivo poi la dolce, accattivante ed un po’ ruffiana Mortadella e lo schiettissimo Rigatino.

Per accompagnare le Riserve 2013 e 2014 “Ultimo” Buracchi, Tinto bar ha elaborato un buffet dai sapori decisi e ricercati, che toccano le corde più profonde del nostro essere toscani senza dimenticare qualche suggestione accattivante oramai entrata con forza ad accompagnare i nostri apertivi più semplici e memorabili.

Ed a pranzo il menu era davvero speciale: pappardelle al ragù e spezzatino di cinghiale oppure una delicata ma saporitissima gricia con guanciale e pecorino toscano. Che dire: una giornata semplicemente da ricordare! 

CONTATTACI

Contattaci e saremo felici di poterti rispondere al più presto!

Sending

©2020 Az. Agr. Buracchi di Marco Buracchi • P.IVA: 00924140528

made with ♥︎ by ItalyAddicted Communication

Log in with your credentials

Forgot your details?