Vino Nobile di Montepulciano e Finocchiona IGP: l'abbinamento che racconta la Toscana più autentica

Per noi toscani è qualcosa di ovvio: la finocchiona “infinocchia” chiunque la mangi! Perchè diciamo così? Perchè ti sfido ad assaggiare un qualsiasi alimento, poi ad assaporare una fetta di Finocchiona quindi a ri-assaggiarlo dopo. Non ti sembra improvvisamente migliore?
Lo stesso vale col vino!

É la magia della Finocchiona. Questo è il suo segreto, nonchè il motivo percui in Toscana usiamo il detto “infinocchiare“. Sappi che in passato – parliamo dei tempi del Machiavelli – insaporire i salumi col finocchio selvatico non solo era una necessità di conservazione ma costituiva anche un notevole risparmio per gli osti e i vinattieri che, servendo finocchiona agli avventori, potevano offrire loro vino di pessima qualità, che col finocchio veniva esaltato quasi a renderlo davvero ottimo!

Ed allora vi domanderete: ma come mai questo abbinamento?! Forse il vostro vino è cattivo?!
No affatto! É che la Finocchiona è un simbolo della Toscana che non può mancare nella nostra lista degli abbinamenti, se non altro perchè col vino ci sta davvero bene! 

Ne abbiamo avuto la prova a Monte Carlo Gastronomie, di cui ti raccontiamo qui: la Finocchiona è talmente “ruffiana” che non poteva non piacere a tutti! Merito del suo sapore deciso, inconfondibile. Di quell’impasto all’aglio, pepe, sale e finocchio selvatico che riuscirebbe a rendere qualsiasi cosa unica ma che solo nel caso della Finocchiona diventa caratteristico.
Il carattere della Finocchiona IGP ha letteralmente conquistato monegaschi e francesi e anche su una semplice fetta di Pane Toscano non salato si è saputa far ricordare, esaltando ovviamente il vino!

La Finocchiona IGP in degustazione col nostro Vino Nobile a Monte Carlo Gastronomie

La Finocchiona IGP in degustazione col nostro Vino Nobile a Monte Carlo Gastronomie

Degustare Vino Nobile di Montepulciano e Finocchiona IGP

Tagliate una fetta mediamente sottile di Finocchiona IGP, prendetela tra le mani ed annusatela. Cercate di cogliere il sentore penetrante dei fiori o dei semi di finocchio. Quella che abbiamo portato con noi a Monte Carlo Gastronomie era stata realizzata utilizzando solo fiori di finocchio, che sono incredibilmente profumati e più raffinati al gusto rispetto ai semi. Pensa che ogni volta che l’affettavamo, gruppi di persone si radunavano davanti al nostro banco: credici, sprigiona già al taglio un profumo inconfondibile! Ed ogni produttore ha la sua ricetta unica e segreta: ci credi che non siamo mai riusciti ad assaggiare una Finocchiona uguale all’altra pur abitando in Toscana?!

Insomma: il finocchio dentro la Finocchiona diventa un re, il protagonista che esalta il sapore di un salume un tempo realizzato con gli scarti, oggi invece frutto di un impasto che ingloba i tagli più pregiati del maiale, proprio come vuole il disciplinare IGP.

A questo punto posa la tua fetta di Finocchiona e prendi il tuo bicchiere di vino Nobile, scaldandolo tra le mani per potergli far sprigionare tutti gli aromi. Ti consiglio di immergere il naso un poco alla volta nel bicchiere, cercando di inspirare completamente e poi di allontanarlo un pochino, così da memorizzare e distinguere gli aromi “a freddo”. Se stai gustando Ultimo avverti i frutti? E quel sottile aroma di vaniglia sul finale? Stesso vale con quasi tutti gli esemplari di Vino Nobile di Montepulciano: sprigionano un conturbante profumo di frutti rossi, ciliegia con una punta di vaniglia che gli conferisce l’affinamento in legno. Per la loro piacevolezza si dicono “vini da meditazione“, che possono essere gustati fuori dal pasto vero e proprio, anche con una assiette di salumi e formaggi toscani! 

Un bicchiere di Vino Nobile di Montepulciano ed una fetta di Finocchiona IGP per celebrare la Toscana!

Un bicchiere di Vino Nobile di Montepulciano ed una fetta di Finocchiona IGP per celebrare la Toscana!

Dai ora un morso alla tua fetta di Finocchiona. Lasciala sciogliere in bocca per percepire tutti i suoi aromi: il finocchio la fa da padrone ma ti sarà impossibile non avvertire anche la maestria nell’impasto di sale e spezie, che sembrano coprire del tutto il grasso. Un’altra magia: nonostante l’apparenza la Finocchiona IGP in bocca sembra davvero magra, non trovi? Merito di una attenta selezione di carni e dell’uso di tagli pregiati che prevede il disciplinare di produzione che trovi a questo link. Altro che salume fatto con gli scarti…!!! 

Tocca ora al nostro Ultimo o al Vino Nobile che hai scelto per questa degustazione speciale: dai un sorso e lascialo schioccare nella lingua. Avvertirai equilibrio ed una buona struttura. L’eleganza del Vino Nobile non sembra neppure sovrastata dal sapore acuto della Finocchiona anzi… un sorso di Sangiovese con la sua potente tannicità fornisce quell’istante di brivido che ci risveglia dal torpore dei sensi dopo una degustazione complessa ed attenta alle sensazioni come questa. E allora vedi che alla fine Vino Nobile e Finocchiona IGP si sposano bene?! 

Il bollino del Consorzio di tutela che consente di riconoscere l'autentica Finocchiona IGP

Il bollino del Consorzio di tutela che consente di riconoscere l’autentica Finocchiona IGP

Tags:
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

CONTATTACI

Contattaci e saremo felici di poterti rispondere al più presto!

Sending

©2020 Az. Agr. Buracchi di Marco Buracchi • P.IVA: 00924140528

made with ♥︎ by ItalyAddicted Communication

Log in with your credentials

Forgot your details?